Lokomotiv Kanarone Home Page
Lokomotiv Kanarone - Album Lokomotiv Kanarone - Bio Lokomotiv Kanarone - Info Lokomotiv Kanarone - Rassegna stampa Lokomotiv Kanarone - Stage Plan
ACT NO STRANGE web site
  CADENCE - Apr, May, June 2009
  MUSICA JAZZ n 7 - luglio 2009
  CD on JAZZ & TZAZ - May 2009
  ALL ABOUT JAZZ - 15 gennaio 2009
  CULTUREJAZZ - octobre 2008
  JAZZRYTMIT - 10 dicembre 2008
  O ZURRETT D'ARTAL - 26 de julio de 2008
  IL MANIFESTO - sabato 12 marzo 2005
  CADENCE - n° 2 - february 2004
  MUSICA JAZZ - n° 5 - 4 maggio 2004
  LA REPUBBLICA - 4 maggio 2004
  JAZZAROUND - avril - mai 2004
  TOMAJAZZ - marzo 2004
  MUSICA JAZZ - gennaio 2004
  IMPROJAZZ - issue 102 february 2004
  ITALIAN JAZZ NOTES - dicembre 2003
  LA STAMPA - 13 settembre 2003
  QUI - maggio 2003
  Mark Dresser - Personal Communication
  Antonio Feola - Personal Communication
  LA REPUBBLICA - mercoledì 1 marzo 2000
  LA STAMPA - mercoledì 23 Giugno 1999
LA STAMPA - Rock e dintorni

di Gabriele Ferrarsi

13 settembre 2003

"Italian fight song": Bella ciao versione jazz
Lokomotiv Kanarone, un piccolo, piacevole lavoro d’esordio: una musica moderna, non irrispettosa della tradizione né sterilmente criptica.

[...] La scomparsa degli ultimi Grandi - da Davis in poi - ha chiuso un libro: quello del jazz come l’abbiamo inteso nel Novecento.

Oggi, la musica degli afroamericani è altra: per un ragazzo nero è ormai naturale esprimersi attraverso il rap che - come ben aveva intuito in epoca non sospetta Miles Davis - è il naturale erede di ciò che il jazz rappresentò dal punto di vista sociale e politico. Di contro, gli allievi della Berklee e della Julliard sono eleganti concertisti, tecnicamente inappuntabili, ma privi di una motivazione, di un "messaggio", che non sia la perpetuazione dell’accademia. Tutt’altra situazione in Europa. Qui il jazz - sempre che insistiamo a utilizzare una stantia etichetta in un’era di musica totale: certe distinzioni preferiremmo lasciarle ai pedanti - ha trovato interpreti capaci di aprire orizzonti inediti e a tratti sorprendenti; in Italia, poi, la scena è vivace assai, benché soggetta all’ostracismo al quale il pensiero dominante condanna ogni forma di musica non idiota.

E prove d’eccellenza vengono non soltanto dai maestri conclamati, ma anche da giovani e giovanissimi. Da un paio di settimane il rubrichista sta godendosi il piccolo, piacevole lavoro d’esordio di un quintetto che si fa chiamare Lokomotiv Kanarone. "Lk", pubblicato dalla Cmc Records, si affida al passaparola degli appassionati, che non potranno che gioire ascoltando composizioni come "Liberi tutti", "Petrodollar" o quell'"Italian fight song" che rilegge in maniera strabiliante l'abusato tema di "Bella ciao". Questo è jazz italiano moderno, con riferimenti alti ma capace di autonomia creativa: una musica bella e onesta. Una musica necessaria.
info@lokomotivkanarone.net Web Design Tream Adv Torino - www.tream.it